Gates of Horizons: a new sci-fi mmorpg

Gates of Horizon: a Space Conquest MMORPG -- Kicktraq Mini

Share
Posted in Uncategorized | Leave a comment

Pesti alla genovese

E ogni volta ci risiamo.
Personaggi “misteriosi” appaiono imperturbabili accanto ai gipponi della polizia e in mezzo ai manifestanti che spaccano tutto.

Ieri:

Poliziotto in borghese armato duranti gli scontri finiti con la morte di Giorgiana Masi

Oggi:

Apparentemente lo stesso individuo, indistrurbato sia vicino alla polizia che ai black bloc

Share
Posted in Uncategorized | Leave a comment

Cortina val bene una escort

che poi, per dirla tutta, non è che al Giampi gli piacesse davvero. Figuriamoci. Troppe troie in carriera, non c’era modo per lui  di distinguersi. Lui che dellla professionalità, della discrezione aveva fatto un vanto. Un appaltino, una parolina sussurrata, un vedi cara ci sarebbe questo amico…

Poi ti arriva una D’Addario qualsiasi e salta il banco. Ma via, ora si è mai vista una professionista che filma col telefonino? La privacy è tutto, ma dove l’ha imparato il mestiere questa qui. O l’Arcuri? Io non glie l’ho data. Ma chi si crede di essere. la Santanché? Che poi qui se si comincia a far carriera anche a non darla diventa un problema.

Concorrenza sleale, ecco cos’era!

Share
Posted in Uncategorized | Leave a comment

Un antico palazzo

In un antico palazzo nel cuore della tua città
si lotta col tempo, si muore, nessuno lo sa
se passi vicino a ’ste mura,
ti prego, staccane un pezzo.
Se pensi di avere paura
ricorda che adesso, proprio in questo momento
un fratello è privato della libertà.

Mi chiamo Roberto, presunto BR,
mi hanno scoperto mentre rischiavo la pelle.
Non erano i soldi che mi facevano gola,
non era per rabbia che impugnavo una pistola.
Quindici anni in collegio, poi il quartiere a Milano,
la banda di autonomi ed un ultimo piano
Ma poi ho tagliato i miei lunghi capelli,
non servivano a niente, erano troppo belli,
non servivano a niente, erano troppi belli.

Il mio nome è Domenico, ma chiamatemi Dodi,
quand’ero più giovane picchiavo per soldi.
Solo dopo ho imparato che compagno vuol dire
aver meno soldi e più cose da dire.
Non bevo e non fumo, il mio mito è Bruce Lee,
non voglio sprecare i miei muscoli qui,
mi guardano stretto ma sto sempre all’erta,
nel caso ci sia qualche porta aperta,
nel caso ci sia qualche porta aperta.

In un antico palazzo nel cuore della tua città
si lotta col tempo, si muore, nessuno lo sa
se passi vicino a ’ste mura,
ti prego, staccane un pezzo.
Se pensi di avere paura
ricorda che adesso, proprio in questo momento
un fratello è privato della libertà.

Ed io sono Lino, il più buono di tutti,
dicono che ho fatto da solo trentacinque rapine.
Ma che andate dicendo? Questo è solo l’acconto,
dei tredici anni che mi avete rubato.
Ne avevo diciotto quando entrai in prigione,
e ho presto imparato la legge del bastone,
103 carceri mi hanno fatto girare,
ma sono qua pronto di nuovo a lottare,
ma sono qua pronto di nuovo a lottare.

In un antico palazzo nel cuore della tua città
si lotta col tempo, si muore, nessuno lo sa
se passi vicino a ’ste mura,
ti prego, staccane un pezzo.
Se pensi di avere paura
ricorda che adesso, proprio in questo momento
un fratello è privato della libertà.

E poi tutti gli altri, sono ormai centinaia,
seppelliti a Favignana o nei bunker dell’Asinara,
botte, isolamento e celle dove non puoi muovere un dito,
hanno paura di loro perché nessuno è pentito.
Miei cari compagni, non so come voi la pensiate,
se siete d’accordo, che giudizio politico date,
sarà forse banale, ma non sento ragione:
saremo tutti meno liberi finché resta in piedi una prigione.
saremo tutti meno liberi finché resta in piedi una prigione.

In un antico palazzo nel cuore della tua città
si lotta col tempo, si muore, nessuno lo sa
se passi vicino a ’ste mura,
ti prego, staccane un pezzo.
Se pensi di avere paura
ricorda che adesso, proprio in questo momento
un fratello è privato della libertà.

Canzone del movimento blognese del 77

Share
Posted in Uncategorized | Leave a comment

Faccia libro

Giovanni Gargani | Crea il tuo badge
Giovanni Gargani

Share
Posted in Uncategorized | Leave a comment

Decalogo general de las fases de un proyecto

  • 1. OPTIMISMO GENERAL
  • 2. FASE DE DESORIENTACION
  • 3. DESCONCIERTO GENERAL
  • 4. PERIODO DE CACHONDEO INCONTROLADO
  • 5. BUSQUEDA IMPLACABLE DE CULPABLES
  • 6. SALVESE EL QUE PUEDA
  • 7. CASTIGO EJEMPLAR A LOS INOCENTES
  • 8. RECUPERACION DEL OPTIMISMO PERDIDO
  • 9. TERMINACION INEXPLICABLE DEL PROJECTO
  • 10. CONDECORACIONES Y PREMIOS A LOS NO PARTICIPANTES

Traduzione

  • 1. Ottimismo Generale
  • 2. Fase di disorientamendo
  • 3. Sconforto generalizzato
  • 4. Periodo di caos incontrollato
  • 5. Ricerca implacabile dei colpevoli
  • 6. Si salvi chi puo’
  • 7. Punizione esemplare dei non colpevoli
  • 8. Recupero dell’ottimisto perduto
  • 9. Completamento inspiegabile del progetto
  • 10. Premi e decorazioni ai non partecipanti
Share
Posted in Uncategorized | 1 Comment

Sciopero!

Share
Posted in Uncategorized | Leave a comment

Quando si è Barack e non Baracconi

Un microfono rimasto aperto cattura una conversazione fra Barack Obama e David Cameron:
Obama: "Proprio così. La verità è che siamo circondati da un sacco di gente brillante e preparata. Credo che queste persone conoscano i dettagli dei vari argomenti dieci volte meglio di noi. Pertanto se quello che cerchi di fare è gestire le cose nei dettagli per risolvere tutto, finisci per faticare molto e fare la figura del dilettante. Invece occorre avere abbastanza competenza generale delle cose per poi per prendere decisioni assennate sulle tematiche e le scelte che ti sono presentate
(Leggi tutto qui)

I nostri politici quando li sorprendono in conversazioni ufficiose parlano del culo dell’intervistatrice…

Share
Posted in Uncategorized | Leave a comment

Obiezione di coscienza… fatemi capire

Un tempo, quando abortivano in ospedale solo i ricchi a Londra, c’era una sola obiezione di coscienza. Quella di chi si rifiutava di usare le armi e pertanto al posto del servizio militare optava per il servizio civile. Questa scelta comportava l’impossibilità in seguito di richiedere il porto d’armi o anche una semplice licenza di caccia, cosa secondo me del tutto logica, ma certamente "gravosa".
Con la legalizzazione dell’interruzione di gravidanza è nata una seconda obiezione: quella dei medici ginecologi che rifiutano la pratica abortiva per convincimenti religiosi. Solo che in questo caso l’obiezione non preclude nulla. Infatti il medico ginecoloco che si rifiuta di praticare interventi di interruzione di gravidanza non viene, come sarebbe forse appropriato, gentilmente invitato ad occuparsi di altra branca della medicina, ma cortesemente dispensato da svolgere una parte del proprio lavoro. E pazienza se ci sono ospedali dove l’intero reparto di ginecologia è obiettore, col risultato che un diritto (quello assai discutibile a non svolgere completamente il proprio lavoro) ne nega un altro (quello di una donna a praticare un intervento medico previsto dal sistema sanitario nazionale).
Ora però, proviamo ad applicare l’istituto dell’obiezione di coscienza, così come è stato pensato per i medici ad altre professioni. I risultati sarebbero esilaranti (o drammatici).
pensate un poliziotto o magistrato ultrà romanista, che arresta solo i tifosi di altre squadre (ah no, questo è un caso vero.. Achille Serra, il prefetto di Roma che ha inventato i leggeri accoltellamenti.. "so’ puncicate")
pensate un derattizzatore animalista, che si siede a discutere coi talponi che vi infestano la cantina
pensate un cameriere di MacDonald salutista, che di tutto il menu MacDonald è disposto a servire solo i tovagliolini
pensate un giornalista onesto, che si rifiuta di scrivere cazzate (mhhh, questo veramene dovrebbe essere la norma)
a tutti questi signori si risponderebbe Fai un altro lavoro.

AI medici ginecologi no. Gli si dice: poverino, fai pure quello che ti senti di fare. Ora , con un po’ di sforzo, io potrei anche accettare il diritto all’obiezione di coscienza di chi ha scelto di fare il medico ginecologo quando l’aborto era ancora illegale (anche se, tornando al caso del poliziotto o magistrato, sarebbe interessante una giustizia in cui ogni operatore applica solo le leggi che erano in vigore quando ha iniziato la carriera…), ma chi OGGI (o per meglio dire, negli ultimi 30 anni, visto che è dal 1978 che l’interruzione di gravidanza è legale) sceglie di fare il medico ginecologo non puo’ venire a dire Voglio fare il ginecologo ma non del tutto. Ci sono decine di specializzazioni (certo, non tutte sono così remunerative). Se vuoi fare il medico ginecologo sappi che fra gli interventi che sarai chiamato ad effettuare ci saranno anche gli interventi di interruzione di gravidanza. Se ti va bene è così, se no vai ad arare il mare.
Dasvidanie

Share
Posted in Uncategorized | Leave a comment

Ci sarà da fidarsi?

Ho fatto 4 volte il test preliminare del Mensa.
La prima 112, la seconda 123, la terza 126, la quarta 138.
Ovviamente non mi sono segnato le risposte da una volta all’altra, quindi il miglioramente dovrebbe attribuirsi a cosa?
Ipotesi:
Culo :) credo sia la piu’ probabile
Riduzione dell’ansia: non sono molto ansioso di solito, quindi questa la scarterei
Allenamento mentale: non facevo test di questo dipo da almeno 20 anni… per cui forse un po’ gioca
Maggior tempo utilizzato: in parte, ma il tempo per il test è 39 minuti e non ci ho mai passato + di 20 minuti. D’altra parte il fottuto 37 non mi viene. Potrei starci fino a che non mi ricrescono i capelli che non mi viene.
Insomma.. sono un fottuto genio o no? (Non importa che diate il vostro parere, lo so ;-P )

Share
Posted in Uncategorized | Tagged | Leave a comment